• Autore dell'articolo: Mary Mills
  • Ultima modifica dell'articolo:Giugno 30, 2022
  • Tempo di lettura:6 minuti di lettura

Il D-mannosio è un tipo di zucchero correlato al glucosio.

Il D-mannosio è usato per prevenire le infezioni del tratto urinario (UTI) e per il trattamento della sindrome glicoproteica da carenza di carboidrati, una malattia metabolica ereditaria.

Il D-mannosio potrebbe trattare la carenza causata da un difetto genetico che causa la rottura e la produzione anormali di mannosio. Il D-mannosio previene le infezioni delle vie urinarie rimuovendo i batteri evitando cosi la moltiplicazione dei batteri. Vediamo insieme quale D-mannosio è il migliore e come funziona?

Come viene prodotto il D-mannosio?

Quale D-mannosio  trovi negli  integratori per la cistite  e in che modo viene prodotto.

Estrazione chimica del D-mannosio

Attualmente, la maggior parte dei prodotti D-mannosio nel mercato alimentare viene estratto dalle piante negli impianti di lavorazione chimica mediante isomerizzazione, idrolisi o reazioni del catalizzatore.

Tutto ciò significa che altre sostanze chimiche (come ortomolibdato di ammonio all’1% o acqua) vengono aggiunte per trasformare il D-glucosio, il D-saccarosio o il D-mannitolo in D-mannosio.

Il processo capovolge la disposizione dei gruppi chimici, aggiunge un gruppo chimico e/o converte i gruppi chimici in modo che la sostanza originale si trasformi in D-mannosio.

Questo viene fatto a temperature e acidità perfette per avere la massima resa del prodotto. Il D-mannosio viene quindi purificato prima di essere confezionato e venduto.

Questi processi non sono ideali in termini di purezza chimica e poiché il D-mannosio è usato come integratore alimentare e per ragioni medicinali, non dovrebbe avere alcuna contaminazione chimica.

Per questo motivo, i metodi di estrazione chimica e altri metodi di produzione a base chimica stanno diventando meno desiderabili. Invece, i metodi di produzione biologica per il D-mannosio sono ora preferiti.

Produzione biologica di D-mannosio

La produzione biologica di D-mannosio comporta l’utilizzo di zuccheri prontamente disponibili come il D-fruttosio o il D-glucosio e la sua conversione enzimatica in D-mannosio.

Un enzima è un catalizzatore biologico (aumenta la velocità della reazione chimica).

Gli enzimi (come l’isomerasi D-mannosio) utilizzati per convertire il D-fruttosio o il D-glucosio in D-mannosio provengono da vari organismi. Curiosità: alcuni di questi enzimi provengono in realtà da batteri come E. Coli!

Cosa dice la scienza

Studio del 2016

In uno studio pilota del 2016 su 43 donne adulte con UTI o sintomi di un’infezione della vescica. Queste donne hanno assunto D-mannosio orale due volte al giorno per tre giorni e poi una volta al giorno per 10 giorni.

Successivamente, hanno controllato i loro sintomi e testato i batteri nelle urine (chiamati batteriuria). La maggior parte ha riportato un miglioramento dei sintomi e solo una donna che ha assunto D-mannosio ha avuto un’altra UTI durante quel periodo.

La ricerca più recente (studio del 2020)

Due recensioni  sono state pubblicate nel 2020 da noti studiosi che  hanno monitorizzato gli effetti clinici dovuti all’uso del D-mannosio per aiutare a prevenire le infezioni ricorrenti del tratto urinario.

La prima meta-analisi ha concluso che il D-mannosio migliore sembra essere efficace quanto gli antibiotici nel ridurre le infezioni delle vie urinarie ricorrenti e ha anche effetti collaterali minimi.

La seconda revisione ha anche concluso che il supplemento sembra ridurre la probabilità d’infezioni delle vie urinarie ricorrenti e migliorare la qualità della vita riducendo i sintomi. Tutto questo è un supporto promettente, ma nella comunità medica questi studi non sono sufficienti per esprimere un giudizio definitivo sul fatto che il D-mannosio possa prevenire le infezioni delle vie urinarie. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare l’efficacia del D-mannosio.

Come prendere il D-mannosio

Sono disponibili  diversi prodotti D-mannosio, ma quale D-mannosio è il migliore?

Al momento, non esiste un dosaggio standard per il D-mannosio per le infezioni delle vie urinarie. Per aumentare la confusione, ogni studio ha utilizzato dosaggi leggermente diversi. 

Parlate con il vostro medico per determinare quanto D-mannosio assumere, con quale frequenza e per quanti giorni.

Puoi trovare il D-mannosio migliore in capsule o in polvere. Se usate quella in polvere, non dimenticate di diluirla in acqua come indicato sulla confezione. Assicurasi di controllare la quantità di D-mannosio fornita da ciascuna capsula o misurino di polvere in modo da assumere la quantità corretta.

D mannosio e prostata (prostatite)

Studi molto scrupolosi dimostrano che l’uso di una piccola quantità di uno zucchero naturale, il D-mannosio e un antinfiammatorio per la prostatite, può effettivamente alleviare le infezioni croniche per molte persone. Lo zucchero ha una forte attrazione per l’E.coli. I microrganismi “si attaccano” alle particelle di D-mannosio e vengono lavati dal tratto con l’urina.

Potremmo quindi  affermare che il D-mannosio curerà o preverrà le infezioni alla prostata (prostatite)? Questo ancora No.

In primo luogo, non ci sono studi a sostegno della tesi. In secondo luogo, se si dimostrasse che il D-mannosio, uno zucchero naturale, cura la prostatite, dovrebbe essere classificato come un farmaco ed essere cosi effettivo come un farmaco per l’Ipertrofia prostatica. Di per sé, sarebbe un grosso problema. Si può spiegare che è stato studiato il D-mannosio e le infezioni della prostata e che esiste una forte possibilità che possa aiutare. È poco costoso e innocuo. È anche sicuro per i diabetici, poiché non ha alcun impatto sul pancreas.

Se stai incontrando qualche difficoltà con la potenza e ti servirebbe un integratore per la prostata e erezione puoi seguire il link per avere più informazioni.

Effetti collaterali dovuti all’assunzione di D-mannosio

La maggior parte delle persone che assumono D-mannosio non manifestano effetti collaterali, ma alcuni potrebbero avere feci molli o diarrea. Al momento, non sono stati individuati i risultati delle ricerche che mostra alcuna relazione tra D-mannosio e colon irritabile.

Gli effetti collaterali durante l’assunzione orale di D-mannosio sembrano essere rari. I più comuni segnalati sono diarrea o feci molli. Ma solo una piccola percentuale di persone sembra avere questo tipo di effetto collaterale.

Conclusioni

Visti i risultati delle attuali ricerche e i benefici del D-Mannosio, si può affermare che è un elemento efficace per il trattamento delle infezioni delle vie urinarie sia negli uomini che nelle donne. Se ti stai chiedendo quale D-mannosio è il migliore  non c’è una risposta chiara  poiché non viene prodotto nella sua forma pura. Il modo migliore per ottenere il D-mannosio è da integratori naturali per cistiti, prostatiti e altre malattie provocate da E.coli.

Lascia la tua opinione nei commenti se ti è piaciuto questo articolo e scrivici nei commenti se hai ancora domande a riguardo.

Lascia un commento